sabato 20 gennaio 2018

MEDITAZIONE ESPERIENZIALE A TORINO DOMENICA 28.01.2018, ORE 16,45


Oltre a scrivere delle forze planetarie, a piace farne esperienza diretta dentro il Cuore. Così, insieme a Stefania Gigliotti, facilitatrice di Costellazioni Familiari ed esperta di Alimentazione Ayurvedica, è nata l'idea di dare forma ad un laboratorio di Meditazione sull'Archetipo di Saturno, il Grande Saggio. 
Il laboratorio è suddiviso in una parte teorica, durante la quale verrà spiegato il valore astrologico di Saturno negli Elementi che compongono il nostro Mondo (Fuoco, Terra, Aria, Acqua), e successivamente ciascuno sarà condotto dolcemente nel contatto con il proprio Archetipo saturnino di nascita. Verranno utilizzati i prodotti Aura-Soma per facilitare l'incontro con l'Essenza interiore ed il Tamburo Sciamanico per connettersi con il ritmo del Cuore nel Cuore.
Tutti i dettagli li trovate in questo LINK
Per partecipare è obbligatorio prenotare

Stefania Gyan Salila 

domenica 14 gennaio 2018

LUNA NUOVA IN CAPRICORNO, 17.01.2018, NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU INTONANTE, KIN 239 - LA FORZA DI CAMBIARE IL MONDO


Il 17 gennaio alle 02,18 UTC la Luna diventa Nuova a 26° Capricorno, in congiunzione con Sole e Venere (28°). La Luna Nuova di Gennaio vede il nostro satellite occupare una posizione di Esilio, da cui non riesce ad esprimere le sue qualità materne ed accoglienti. La Luna in Capricorno manifesta qualità di sopravvivenza, freddezza e acutezza mentale. Non c'è spazio per l'emotività, essa lavora sulle strategie di difesa dai colpi difficili della Vita. Così agisce anche Venere, ormai agli ultimi gradi del Capricorno (entrerà in Aquario il 19 gennaio). L'Archetipo del Femminile per eccellenza  stimola a focalizzare l'attenzione su un obiettivo scelto quale status di eccellenza, rendendo l'animo estremamente selettivo rispetto a tutto il resto. E' una grande occasione per comprendere cosa voler fare da grandi, per mettere a fuoco chi siamo e dove la nostra vibrazione possa portarci nella sua spontanea manifestazione di se stessa. La sensazione è che tutto sia molto delineato e diretto, senza sfumature né scorciatoie. 
L'altro Archetipo del Femminile, la Luna Nera, si trova a 07° del Capricorno in congiunzione con Mercurio (08°), la Mente logica, e Saturno (03°).  Poiché essa è l'Ombra, la sua azione sullo stato di coscienza è maggiormente pressante perché non controllabile, non ravvisabile. Essa appesantisce i pensieri (Mercurio), rendendoci fatalisti ma anche arrabbiati per le mancate occasioni di rivalsa che si riaffacciano alla memoria.  La presenza saturnina in congiunzione in qualche modo la contiene ed indirizza il suo scontento verso una sorta di maturità, ispirandoci a voler imparare dagli errori, così da non trovarci più in ambasce in futuro. 
Tutto questo panorama è tenuto insieme da Plutone a 19° del Capricorno. Questo pianeta sta compiendo il tratto verso gli ultimi dieci gradi del Segno fino al 2023. I primi anni del suo transito sono stati estremamente modulanti nel passaggio post 2012. Tra il 2012 ed il 2016 Plutone ha innescato una danza di quadrature molto precise con Urano in Ariete (il Processo di Individuazione). Per approfondimenti leggi QUI. Plutone, il dubbio, ha scavato dentro le nostre maschere e ci ha lasciato nudi, senza alcuna alternativa se non quella di arrendersi al Sé. Il risultato del lavoro di quegli anni ci porta oggi ad affrontare la forte spinta celeste nell'acquisire un buon grado di autorevolezza perché tanto abbiamo fatto, pianto, amato, odiato, accettato, preso, lasciato andare. Il nostro animo è stato plasmato dai raggi celesti con cui abbiamo cooperato per poter splendere della luce che siamo.
Il Novilunio cade nel quinto giorno dell'Onda Incantata dell'Aquila Blu, la Prima Torre del Potere dell'Onda, che ha il compito di lanciare la Visione nell'etere affinché essa diventi reale. Chi indossa le vesti del Potere è la Tempesta Blu Intonante, la Forza di poter cambiare il mondo. Comprendiamo dunque come sia importante ora proporsi un obiettivo costruttivo, che può passare anche attraverso la necessità di destrutturare ciò che c'è. I valori Capricorno sono determinazione, disciplina, progetti a lungo termine, tenacia, presenza. Tempo di allinearci ed integrare queste qualità, tempo di radicarsi nella visione pratica dell'esistenza per portare fuori ogni talento che chiama ad essere espresso. In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni - per approfondimenti leggi QUI - ci troviamo nell'anno del Seme Giallo Cristallo, che stimola allo sviluppo e alla condivisione dei talenti individuali, affinché tutti possano trovare un benessere, nel dare e nel ricevere. Tempo di focalizzarsi su una direzione e compiere il primo passo.
Buon viaggio!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

mercoledì 10 gennaio 2018

LUNA CONGIUNTA A MARTE E GIOVE IN SCORPIONE NEGLI ULTIMI GIORNI DELL'ONDA INCANTATA DEL VENTO BIANCO - CHI SEI OLTRE LO SPECCHIO?


Eccoci dentro il 2018! Un anno che sento sarà molto importante per acquisire autorevolezza, bello come un cammino di esplorazione che apre a panorami commoventi di comunione con l'ambiente. Per rimanere sulla strada ci viene chiesto di sviluppare un forte senso di radicamento, che passa attraverso l'andare oltre le maschere. Durante il percorso delle Lune che si susseguono, veniamo in contatto con ogni dinamica rilevante. Viviamola, sperimentandola con consapevolezza, arrabbiamoci, proviamo paura fino al midollo, lasciamoci andare fino in fondo all'intensità - come evitarlo con Giove in Scorpione? Addentrandoci così nel profondo, osserviamoci vivere e sentire. Guardiamo dentro lo specchio. Spingiamo lo zoom oltre la superficie riflessa. 
Giove in Scorpione evidenzia una fessura che apre all'ingresso in uno altro stato di coscienza. Essa rimane aperta fino al prossimo novembre. Durante il 2018 ci saranno momenti in cui il passaggio dentro l'Oltre sarà molto più semplice, come ora che Marte, principio di attivazione alla Ricerca, è in aspetto di congiunzione (10.12.2017/09.03.2018). E' normale in questo periodo sentirsi particolarmente sensibili, fragili, facilmente attaccabili e manipolabili. Stiamo guardando dentro l'inconscio. Le somatizzazioni sono frequenti in tempi così intensi. Non per niente c'è già stata la prima mandata di influenza. Lo Scorpione è un Segno d'Acqua collegato con i ristagni, quindi le tossine si attivano e si infiammano ed il corpo reagisce manifestando raffreddamenti e processi di eliminazione delle scorie. Il corpo fisico è uno strumento molto potente, il Vaso della Sacra Acqua della Memoria, l'Athanor dove accade il Processo Alchemico. Lo Scorpione è l'Alchimista per eccellenza.
La congiunzione Giove/Marte è particolarmente forte tra il 10 e il 12 gennaio, quando la Luna Calante transita in Scorpione. La sua presenza amplifica le note emozionali e apre alla magia del contatto con quelle parti di noi che solitamente rimangono nascoste. Il suo transito inizia negli ultimi giorni dell'Onda Incantata del Vento Bianco, lo spazio temporale di 13 giorni che trasporta la Conoscenza Sacra (per chi non conosce il Sincronario Galattico delle 13 Lune può leggere QUI).  
Il 10 gennaio è l'undicesimo giorno dell'Onda del Vento Bianco, Umano Giallo Spettrale, Kin 232, un flusso di energia che propaga la Conoscenza oltre i confini e limiti fisici, grazie alla Telepatia della Dimensione del Cuore. 
L'11 gennaio, Viandante dei Cieli Rosso Cristallo, Kin 233, è il momento in cui la Luna sarà congiunta precisamente a Giove a 18° dello Scorpione e poi a 20° con Marte. L'intensità sarà particolarmente forte, tanto che sarà possibile non riuscire a contenerla, volendo condividere con chi ci assomiglia il Sacro Fuoco della Ricerca. 
Il 12 gennaio è l'ultimo giorno dell'Onda del Vento Bianco, Mago Bianco Cosmico, Kin 234, che è la capacità di trascendere la dimensione del Tempo così come lo conosciamo, un inseguimento di attimi per conseguire un risultato. Il Mago Bianco Cosmico è il Portale d'Uscita del Flusso del Vento Bianco Magnetico, la Conoscenza Telepatica che si diffonde da Cuore a Cuore. Questo tipo di energia aiuta ad assorbire il concetto del Tempo come Arte, che è l'esistenza creativa a cui ciascuno di noi può aspirare. 
I valori intensi e a volte drammatici dello Scorpione permettono di vedere se stessi in una versione nuda, ripulita. Grazie allo spazio del Cuore aperto dall'Onda del Vento Bianco è possibile elaborare una Visione da questa cruda verità, tra l'altro supportata anche dallo Stellium in Capricorno, grazie al quale si possono toccare punte di essenzialità molto forti. Niente altro se non quello che corrisponde alla nostra verità può trovare la forza di continuare ad essere. A qualunque livello. Tutto questo processo entrerà ancora più nel vivo il 17 gennaio con il Novilunio in Capricorno, che ovviamente descriverò nei dettagli successivamente.
Intanto rimaniamo in silenziosa osservazione, pur permettendoci di dare espressione a tutte le sfumature emozionali che compongono le nostre sinfonie interiori. Uno degli aspetti più particolari di questo passaggio nel 2018 è la capacità di guardarsi da una distanza. E' interessante esplorarsi e conoscersi come mai prima.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila  

giovedì 28 dicembre 2017

IL BLOG CHIUDE PER VACANZA FINO AL 09 GENNAIO



Fino al 09 gennaio il Blog va in vacanza. Un caro augurio di Buon Passaggio nel 2018, Buon Super-Plenilunio e Buon Viaggio dentro la scoperta del proprio Arcobaleno.

In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

IL PRIMO PLENILUNIO DEL 2018, 02.01.2018 - LUNA PIENA IN CANCRO CON STELLIUM IN CAPRICORNO - SI ATTIVANO I PORTALI TRA I MONDI


Il 02 gennaio 2018 alle ore 02,25 UTC la Luna diventa Piena a 11° Cancro, confrontandosi con il Sole a 11° Capricorno congiunto a Venere (09°) e Lilith (06°) - questo è un aspetto molto particolare, visto che la Luna si sta trovando in opposizione alla propria Ombra (Lilith) e già da subito il 2018 si presenta come un terreno di confronto tra ciò che percepiamo come vero e ciò che possiede natura illusoria. Le ombre che velano gli occhi iniziano a diradarsi, rivelando il substrato delle nostre credenze. Si tratta quindi di una configurazione astrologica molto potente, che va ad illuminare i punti ciechi.
Si tratta di una Superluna, la più potente del 2018.
La forza di questo Plenilunio dipende anche da tanti altri fattori. Il primo è che il Capricorno (dove ora si trova il Sole) e il Cancro (dove si trova la Luna) costituiscono l'Asse zodiacale di comunicazione tra le dimensioni. Lì dove si trovano i 0° Capricorno si attiva il Solstizio d'Inverno e dove si trovano i 0° Cancro si attiva il Solstizio d'Estate in questa parte della Terra. Dal Segno del Cancro le Anime entrano in questa dimensione e ne escono dal Segno del Capricorno. Sono due punti cardinali interdimensionali ed ogni anno, all'arrivo del Plenilunio in Cancro, la coscienza collettiva si allinea con essi.
La differenza quest'anno la fa la massiccia presenza di pianeti in Capricorno - leggi QUI per approfondimenti - che richiama alla trascendenza, all'essenzialità. Poiché la Luna Piena crea un Trigono nei Segni di Acqua quasi preciso al grado, i valori Terra del Segno del Capricorno costituiscono una salda radice che permette all'animo umano di mantenersi centrato mentre il Sé crea connessioni emozionali con la personalità. Questo è il secondo fattore di importanza del Plenilunio.
La Luna Piena a 11° Cancro forma un Trigono con Nettuno a 11° Pesci (Coscienza Cristica, Grande Madre Cosmica) e Marte congiunto a Giove (14° e 17° Scorpione). I Trigoni di Acqua sono momenti di grande intensità emozionale, soprattutto quando in Cielo altri punti pulsano in maniera potente.
La Luna in Cancro rappresenta il principio materno di nutrimento, mentre Nettuno in Pesci è l'ottava superiore, il nutrimento spirituale. Marte in Scorpione è la forza della ricerca interiore, il terreno da cui parte il Processo Alchemico interiore. Tutto il mondo emozionale si attiva per permetterci di guardare dentro e scoprire chi veramente siamo, oltre ogni ferita, oltre ogni credenza. Chi non ha mai guardato, non potrà distogliere lo sguardo da sé. Chi è già uso all'indagine e all'elaborazione, vedrà ancora di più e questo può aiutare, ma anche tanto destabilizzare. Anche se abbiamo lavorato tanto, ho la forte sensazione che tanto altro si mostrerà per essere visto. 
Dal punto del Sincronario Galattico delle 13 Lune ci troviamo nel giorno 21 della Sesta Luna dell'anno del Seme Cristallo, Seme Giallo Elettrico, Kin 224, che rappresenta l'attivazione delle nostre potenzialità. Una meravigliosa Luna Piena in Cancro attira magneticamente fuori i germogli dei nostri semi nutriti dall'umidità di un Cielo Astrologico di grande ispirazione. Stiamo camminando dentro l'Onda Incantata del Vento Bianco (31.12.2017/12.02.2018) che narra la Storia Cosmica dei Galattici che prendono corpo da umani per risvegliare la memoria della frequenza dell'Amore Incondizionato. Per approfondimento sul Sincronario Galattico leggi QUI.
Lasciamoci risvegliare, accogliamo questi flussi potenti e facciamoci lavorare il Cuore. Il 2018 sta tirando fuori il meglio già appena cominciato. 
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila 

01.01.2018 - L'INGRESSO NEL NUOVO ANNO NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU LUNARE, KIN 223 - QUALE CIELO ASTROLOGICO ATTRAVERSIAMO DURANTE IL PASSAGGIO?


01.01.2018, Notte Blu Lunare, Kin 223, giorno 2 dell'Onda Incantata del Vento Bianco. Questa è l'energia galattica che descrive la natura dell'anno che sta per cominciare. 

IMMAGINE DI TIMEWAVES.ORG

Il Vento Bianco è Conoscenza e Saggezza, e queste qualità sono supportate dal transito di Saturno in Capricorno che è appena iniziato lo scorso 20 dicembre e che proseguirà fino al 2020. Quindi il 2018 si apre offrendoci l'opportunità di respirare dentro la Saggezza innata, risvegliando il contatto con il Maestro Interiore.
In base al Sincronario Galattico il Primo Gennaio 2018 assume la forma della Notte Blu Lunare, Kin 223, che diventa così l'Identità Galattica dell'anno. La Notte Blu è il Sognatore, e quando risuona al Tono Lunare essa ci presenta la Sfida di voler mantenere la focalizzazione verso un obiettivo nel tempo, così da rendere concreta una visione. Anche questo conferma lo stesso insegnamento di Saturno in Capricorno, che stimola la tenacia e la determinazione.
Durante l'anno sarà interessante osservarci vivere, individuare quali siano i punti di forza, quanto crediamo in ciò che crediamo, quanto forte sia il nostro animo, quanto centrati siamo nel Cuore e nella Ricerca della Verità.
In ogni caso, un anno che inizia con l'energia del Tono Lunare ci presenta la difficoltosa prospettiva della dualità consapevole. Diventa sempre più chiaro cosa per noi significhi sentirci separati, proiettare continuamente nel mondo esterno la responsabilità, proiettare sugli altri le parti di noi stessi che non vogliamo vedere. La parte interessante è che in un modo o nell'altro saremo sfidati ad aprire gli occhi su questa tematica talmente avvolgente per gli umani che la maggior parte di noi ne è totalmente inconsapevole. 
Dall'acquisire la vista sulla reale natura della dualità nasce il senso di unità, ovviamente, di integrità e di pace. Da tempo scrivo come sia ora di fare pace dentro. Questo è il momento, guardando il mondo esterno come un'emanazione nostra, dove le situazioni arrivano per permetterci una data esperienza.
Il Tono Lunare è il secondo tra i 13 Toni Galattici, le 13 vibrazioni che emanano dalla Fonte, chiamato Hunab Ku dai Maya Galattici, l'Eterno Datore di Movimento e di Misura, quale manifestazione dell'energia dell'Uno, per appronfondimenti leggi QUI.

In base all'Astrologia Solare il 2018 inizia con una potentissima Quadratura tra i Nodi Lunari (Asse Aquario/Leone) e Giove congiunto a Marte in Scorpione. Non ci può muovere verso nulla di nuovo se l'intento non è allineato con la Ricerca della Verità, e questo vale in ogni settore dell'esistenza. Il confronto con se stessi diventa forte e non è più possibile raccontarsi storie.


Leone, Scorpione ed Aquario fanno parte del gruppo dei Segni Fissi, i segni del Radicamento. Essi mantengono forte una posizione, non si muovono, affinché l'energia della Nuova Luce possa attecchire nella Coscienza, aprendo la porta all'Oltre, cosicché il Cielo diventi visibile sulla Terra, attraverso la Luce che emana dagli sguardi degli umani.
A livello collettivo questi movimenti coinvolgono la Casa II, il valore che diamo a noi stessi, la Casa IV, le Radici, la Casa del Padre e la X, l'Autonomia, Casa della Madre. 
Ci sono pochi commenti da fare, se non per sottolineare che il Viaggio evolutivo indicato dai Nodi Lunari ci spinge ad abbandonare le mura sicure del noto per prendere l'uscita verso tutto quello che è l'ignoto, concedendoci finalmente di manifestare ciò che cui siamo nati. E' molto bello come percorso ma difficile perché costa il prezzo della responsabilità. Inutile continuare a battere i piedi pretendendo che la vita sia come vogliamo che sia. E' ora di arrendersi e lasciarsi trasportare dal flusso dell'Intelligenza di Luce che ci abita. La cosa facile del 2018 è che non sarà possibile fare altro che questo: arrendersi. Una bella lezione costante nel tempo. 
Un buon viaggio a tutti e l'augurio che emano è che ognuno di noi sappia risvegliare la quantità d'amore di cui siamo portatori spontanei. Tutto il resto si manifesterà da lì.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

martedì 26 dicembre 2017

SATURNO CONGIUNTO A SOLE, VENERE E LILITH IN CAPRICORNO - RIFLESSIONI SU PAURA, POTERE E SENSO DI RESPONSABILITA' - LA CHIAMATA DEL 2018


Stavo riflettendo sullo Stellium in Capricorno di cui ho scritto oggi - leggi QUI. Riflettevo sul ruolo della Paura che ha sempre accompagnato l'Archetipo Saturno, che spesso non rappresenta altro se non la paura della paura, la paralisi di fronte a qualcosa di ineluttabile. In effetti in antichità Saturno segnava il confine del Cielo, come se oltre non potesse esistere nulla.
Riflettevo sul fatto che noi umani viviamo immersi nella Paura e non ce ne accorgiamo neanche, pieni di piccole scatole mentali che contengono limitati confini di definizioni che ci salvano dalla sensazione di non esistere. Appena ci permettiamo di portare un po' più avanti il confine, ecco che comincia ad intravvedersi l'Immenso, ed è ciò che rende l'umano immortale, nonostante tutto. Perché lì si genera la pura Gioia dell'Essenza eterna.
Riflettevo sul Potere personale, su come comunemente non ne venga insegnato il vero significato, né sia così automatico apprendere come gestirlo od utilizzarlo in modo costruttivo ed autonomo. Confondiamo sempre questo concetto con il senso di prevaricazione, competizione, manipolazione, egemonia. Eppure il Potere personale è fondamentale per raggiungere un senso di autonomia basato sulla realizzazione di se stessi. Per arrivarci, è necessario avere degli obiettivi, cioè sapere quello che si vuole, cioè sapere chi si è. In base alla mia esperienza, potrei definire il Potere come la conoscenza ed il rispetto delle proprie risorse, il loro utilizzo quale manifestazione per raggiungere l'autonomia senza sforzo. Perché quando si respira dentro quello che è il nostro Potere, si è centrati sull'Essenza, e lì non esiste alcuna fatica, ma ogni pensiero creativo e conseguente gesto è pulsato verso l'esterno come un battito ritmato alla velocità del respiro. Non c'è competizione in questo, perché non ci interessa dimostrare nulla a nessuno. Non c'è manipolazione, perché non abbiamo bisogno degli altri per arrivare ad un qualsiasi punto. E' una posizione di rispetto di sé, e quindi di chi partecipa della nostra vita.
Riflettevo come sia difficile effettuare questo cambiamento di prospettiva rispetto all'atteggiamento normalmente adottato dalla maggior parte degli umani, che è quello di delegare decisioni e scelte a qualcun altro che se ne prenda la responsabilità. 
Stavo riflettendo a come siamo tutti pronti a pretendere il cambiamento in meglio mantenendo però la nostra posizione ferma nel passato, nella zona confort del noto e conosciuto. A come pensiamo che il domani sarà sicuramente meglio dell'oggi, a come si possa star meglio altrove anziché dove ci troviamo ora.
Ci stavo pensando perché questo tipo di sguardo in qualche modo non avrà più un orizzonte a cui ispirarsi. Già da ora e per i prossimi giorni, ma anche nel proseguimento del triennio di transito di Saturno in Capricorno, ci viene chiesto di abbandonare l'atteggiamento di richiesta a qualcosa di esterno, qualcosa di estraneo, qualcosa di separato da noi. Il Sole quale Centro dell'umano, oltreché del sistema planetario; Venere, quale Luce guida sia del Mattino che della Sera; Saturno quale Maestro di crescita evolutiva; Lilith quale confine invalicabile di auto-affermazione. Essi insieme concorrono a produrre un'esperienza in cui ciascuno di noi si vedrà confrontato con il proprio Potere personale, dovendo apprendere a riconoscerlo, rispettarlo e ad usarlo in modo costruttivo. 
Questo è l'insegnamento del Nuovo Tempo, una Fase propedeutica a diventare co-creatori responsabili, centrati su di sé quale portatori di una frequenza di Luce irripetibile e per questo totalmente presenti nel manifestare quella Luce quale dono di una coscienza verso la coscienza infinita. Non c'è nessuno là fuori che possa fare qualcosa per noi, se prima noi stessi non ci prendiamo la briga di produrre uno spazio per quell'occasione.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila