martedì 20 febbraio 2018

LUNA CONGIUNTA AD URANO IN ARIETE NEL GIORNO DEL VIANDANTE DEI CIELI ROSSO COSMICO, KIN 13 - PURIFICARE LE MEMORIE CELLULARI PER RICORDARSI DI SE'



Oggi, 14° giorno della Luna Galattica, il Viandante dei Cieli Rosso Cosmico porta a conclusione la prima sequenza di 13 giorni del Modulo Armonico Tzolkin. Quest'ultimo è un insieme di modelli energetici che danno forma a banche dati da utilizzare per sintonizzarsi con il Centro della Galassia, ricordandosi della propria Missione sulla Terra quali portatori di frequenze di puro amore. 


LO TZOLKIN E' FORMATO DAI 20 GLIFI SOLARI (1° COLONNA SN) CHE RISUONANO 
AI 13 TONI GALATTICI (13 COLONNE)


Lo scorso 8 febbraio è iniziato un nuovo corso di 260 giorni diviso in 20 sequenze di 13 giorni (Onde Incantate del Tempo = Arte). Oggi si chiude il primo di questi brevi cicli.
Il Viandante dei Cieli è colui che esplora l'Ignoto e quando risuona al Tono Cosmico, esso è pronto a superare ogni limite possibile per spingersi sempre più oltre, proprio come fa la Luna che oggi entra in congiunzione con Urano in Ariete. Siamo in una pura energia di Fuoco, che controbilancia la grande presenza di pianeti in Pesci, come ho segnalato ieri - leggi QUI
La Luna in Ariete è folle e temeraria, ardita e coraggiosa, un po' spaccona e chiassosa. Urano ha un'energia estremamente dirompente in un Segno di Fuoco ed insieme scuotono gli animi dal torpore malinconico in cui si era piombati negli ultimi tempi.
Ricordo che il Viandante dei Cieli è uno dei due Glifi custodi dell'orbita di Marte, pianeta bersaglio delle Guerre del Tempo; quindi nei giorni Viandante purifichiamo questo tipo di memorie. Tra l'altro la Guida del Viandante Cosmico è la Terra Rossa Cosmica, Kin 117, che racconta come il nostro pianeta sia stato trasformato dalla Federazione Galattica in un'astronave del Tempo 2013 (20 Glifi Solari e 13 Toni Galattici) per navigare fino alla coscienza solare e riportare l'intero sistema planetario nella frequenza esatta della propria sinfonia originaria (The Arcturus Probe, José Arguelles). Il nostro compito è ricordarci di questo. Siamo navigatori del Tempo ed il Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni ci fornisce gli strumenti per farlo.
L'Akash oggi trasporta l'energia del Guerriero Giallo Cosmico, Kin 156, custode dell'energia di Saturno, il pianeta che causò la distruzione della vita su Marte, per cui si chiude un importante ciclo di rilascio di memorie legate al senso di morte e di fine. Se abbiamo pianto tanto negli ultimi giorni, se abbiamo lasciato andare, stavamo ripulendo la memoria cellulare di tutta questa paura. Superare il terrore della morte, imparando, integrando nelle cellule il suo ruolo di passaggio dimensionale è importantissimo per attivare lo stato di coscienza del Puro Amore.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


lunedì 19 febbraio 2018

VENERE CONGIUNTA A NETTUNO IN PESCI NEL GIORNO DELL'UMANO GIALLO CRISTALLO, KIN 12 - SIAMO TUTTI CONTENITORI DI PURO AMORE


Venere e Nettuno si stanno avvicinando nel Cielo Astrologico e presto raggiungeranno un aspetto di congiunzione. Questo ci porta ad un livello emozionale altissimo, il Cuore più che mai viene sollecitato alla ricerca dell'Amore, per cui non stupiamoci se ci sentiamo smarriti e bisognosi di protezione e cura. Sono passi che stiamo facendo dentro i punti apparentemente più bui di sé, per risvegliare l'Amore, quello stato di coscienza di pura estasi simboleggiato da Nettuno nei Pesci. Esso è uno dei pianeti più lontani dal Sole, e nella nostra mappa rappresenta ciò che non riusciamo a riconoscere di noi stessi, la confusione che attanaglia la mente quale difesa dal dolore, il senso di annebbiamento, di oblio di sé. Dal 2012 questo Archetipo sta lavorando per farci prendere contatto con la parte più sacra in noi, perché esso simboleggia anche questo lato della vita umana, il senso del sacro. E' infatti collegato anche con il senso di sacrificio, che sta venendo trasformato in "rendere se stessi sacri". Per arrivare a quel punto è necessario passare dentro il risveglio della Luce, per renderci conto di quanto noi siamo Luce, portatori di Amore. Venere e Nettuno, fin verso fine febbraio , hanno questo compito. Con questa sollecitazione del Cuore si potrebbero aprire le cataratte delle lacrime mai piante, anche perché oggi anche il Sole e Mercurio hanno fatto ingresso nei Pesci, per cui entriamo in un periodo di grande purificazione e scioglimento dei ghiacci interiori.
Nettuno è la Coscienza Cristica del Femminile. Stiamo guarendo la relazione con la nostra sensibilità, con l'essere portatori della Sacra Acqua della Vita. Stiamo risvegliando i nostri Chakra per unirli insieme oltre la separazione tra alto e basso. Il Cuore è il Chakra centrale e si sta aprendo per rendere possibile l'unità.
Proprio oggi siamo nel 13° giorno della Luna Galattica, Umano Giallo Cristallo, Kin 12, che raccoglie in sé le memorie della nostra razza e la pone all'interno di un compito più grande della semplice vita quotidiana. Cosa siamo venuti a fare qui? qual è il senso di tutta questa fatica? Questo delicato passaggio di Venere e Nettuno, la Grande Madre e la sua Ancella, ci permettono di respirare il senso di Compassione, la Forza che fa scaturire il grande sorriso interiore di profonda accettazione.
L'Umano Giallo è accettazione dei limiti fisici, del proprio corpo, del senso di finito e di morte. Ci vuole tanto respiro oggi. 
La sua Guida è il Seme Giallo Cristallo, Kin 64, Portale di Attivazione Galattica, che è la stessa energia che guida questo attuale anno delle 13 Lune iniziato il 26 luglio 2017. Quindi oggi siamo guidati dall'amore per la vita che chiama a manifestarci per la Bellezza che conteniamo. 
L'Akash del 13° giorno della Luna Galattica trasporta le informazione del Serpente Rosso Lunare, Kin 145, la cui forza di radicamento ci permette di contenere i drammi emozionali che potrebbero scuoterci fin nel profondo. La forza della Kundalini si attiva per farci rimanere nell'Eterno Istante.
Visto che tanto cuore è coinvolto da oggi fin verso la fine del mese, il consiglio rispetto ai prodotti Aura-Soma è il Pomander Verde Smeraldo, che apre il Quarto Chakra e libera il Respiro. 


Tutta questa Acqua astrologica (Stellium in Pesci) continua il processo di purificazione delle memorie atlantide. Non reagiamo, lasciamo che sia, osserviamo. Osserviamo soprattutto ciò che riteniamo essere i nostri difetti, le mancanze ed i bisogni, senza combattere quel lato fragile. Sta guarendo. Perché ora possiamo starci davanti senza paura di soffrire.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

domenica 18 febbraio 2018

LUNA CONGIUNTA A CHIRONE IN PESCI NEL GIORNO DELLA SCIMMIA BLU SPETTRALE, KIN 11 - GUARIRE IL TRAUMA DI ATLANTIDE


I pianeti nel Segno dei Pesci richiamano alla mia memoria l'antico continente scomparso di Atlantide, quando si viveva il Tempo del Cuore, quando la Terra si trovava in Quinta Dimensione, l'Età dell'Oro. Ciò che prevaleva allora era la Telepatia, la connessione profonda tra il Pianeta ed i suoi abitanti, finché qualcosa accadde, a causa del quale la Telepatia della Mente Collettiva divenne freddo calcolo e ambizione, corsa al potere e prevaricazione. Atlantide si inabissò, scomparendo dalla superficie, seppellendo sotto le acque oceaniche se stessa ed il trauma da distruzione che portò con sé. Gli umani dimenticarono, credendo che fosse solo un mito, mentre l'inconscio collettivo portava tracce indelebili di terrore. Nel mio lavoro incontro tante persone che soffrono di claustrofobia o hanno paura dell'acqua. Io stessa porto quel trauma nel cuore. Grazie al lavoro con Aura-Soma sono riuscita a risalire all'origine di queste paure inconsce. In questo Sistema di Prendersi Cura Attraverso l'Uso del Colore ci sono Oli specifici che aiutano in questo senso: bottiglia n. 3, Rescue del Cuore (blu/verde smeraldo); bottiglia n. 9 La Grotta dei Cristalli/Il Cuore del Cuore (turchese/verde smeraldo); bottiglia n. 33, Il Delfino (blu reale/turchese); bottiglia n. 43 (turchese/turchese) Creatività; bottiglia n. 62, Maha Chohan (turchese pallido/turchese pallido); bottiglia n. 112, Arcangelo Israfel (turchese mezzo tono/blu reale mezzo tono). 


Esse sono tutte frequenze che aiutano il Cuore a liberarsi dalle paure inconsce causate da traumi lontani depositati nelle nostre cellule. Aiutano la ri-emersione dalle profondità di lacrime e grida perché possiamo finalmente dare un nome a ciò che ci portiamo dietro da eoni (per info ed approfondimenti chalicewell.it).
Ho raccontato questo per spiegare l'odierna congiunzione della Luna a Chirone a 26° Pesci. Il Cuore vuole respirare, vuole tornare a essere il principale strumento di focalizzazione, lo stato di coscienza principale su cui posizionarsi.
Negli ultimi mesi di transito di Chirone in Pesci (entrerà in Ariete il prossimo 17 aprile - si trova in Pesci dal 2012) possiamo portare a guarigione tutti quei movimenti interiori che creano tensione e sensazione di pericolo. In base alla Storia Cosmica diffusa da José Arguelles/Valum Votan, la catastrofe atlantidea fu il riflesso sulla Terra della storia dei Pianeti perduti nel nostro sistema solare, frutto delle Guerre del Tempo. Ora possiamo guarire da quel trauma e riemergere nella leggerezza del Cuore.
Oggi siamo nel 12° giorno della Luna Galattica, Scimmia Blu Spettrale, Kin 11, che è la capacità di lasciar andare il focus sulla realtà apparente per penetrare con la coscienza nell'Oltre, intuendo la vera struttura energetica della Vita che opera attraverso di noi.
Questa è stata l'Identità galattica di Arguelles, grande maestro galattico, sceso sulla Terra per aiutare gli umani a ricordarsi di sé. Valum Votan, questo il suo nome durante i 25 anni che dedicò alla sua missione di agente galattico, viaggiò in tutto il mondo per portare il suo messaggio sulla necessità di cambiare calendario, perché questo avrebbe permesso un cambiamento di stato di coscienza. Ciò avrebbe permesso di lasciare indietro l'importanza data al denaro, ai giochi di potere, al senso di separazione e di competizione, aprendo lo spazio ad un senso di tribale cooperazione, con lo scopo di promuovere la pace ovunque ma soprattutto dentro ogni cuore ferito. Il Tempo non è Denaro, il Tempo è Arte.
Noi tutti che seguiamo questo Tempo siamo i ricettacoli della conoscenza galattica, che stimola l'umano ad attivare i suoi strumenti di sopraffina percezione sensoriale ed extrasensoriale. E' una disciplina da praticare ogni giorno per attivare le Sfere Mentali sintonizzandosi con una banca dati che rilascia informazioni in qualità di codici di luce. Questa banca dati si chiama Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni, il Tempo Naturale della Terra che si posiziona all'interno delle Armoniche Celesti.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila




sabato 17 febbraio 2018

LUNA CONGIUNTA A VENERE E NETTUNO IN PESCI NEL GIORNO DEL CANE BIANCO PLANETARIO, KIN 10 - TI SENTI DEGNO DI RICEVERE AMORE?

IMMAGINE DI FANTASTICPORTFOLIOS.COM

Oggi la Luna si trova in Pesci congiunta a Venere e Nettuno e si apre la Magia. I tre Archetipi del Femminile si riuniscono nel Segno della Compassione e creano un Flusso d'Amore molto potente, a ristorare, riempire, consolare, portare sollievo ai Cuori affaticati dal Cammino veloce ed intenso di queste giornate. 
La Luna rappresenta le Leggi della Famiglia a cui apparteniamo, la Stirpe, la relazione con la Madre, le Radici.
Venere è l'Amore che guarisce tutto, rappresenta il nostro piacere, il volersi bene, il gusto della Vita.
Nettuno è la Grande Madre protettrice e consolatrice, dispensatrice di Amore Incondizionato.
La Luna è entrata in Pesci ieri in tarda mattinata e conclude il suo transito domani. Venere è entrata nei Pesci l'11 febbraio e ne esce il 06 marzo. Nettuno vi rimane invece circa 14 anni e segna un'epoca (2011/2025):  quella dell'acquisizione della Coscienza Cristica sulla Terra, il Risveglio dell'umano alla manifestazione piena di Sé. 
Una volta all'anno i tre Archetipi si incontrano ed enfatizzano questa possibilità, l'Amore si rivela nelle nostre giornate a ricordare la sua Presenza in innumerevoli sfumature. 
Sincronicamente anche il Sincronario Galattico delle 13 Lune trasporta note fluide collegate con l'Amore Incondizionato. Ci troviamo oggi nel giorno del Cane Bianco Planetario, Kin 10, che tradotto letteralmente significa: la manifestazione dell'Amore, della Lealtà e della Fedeltà. In base alla Storia Cosmica, i Cani sono quelle creature scese sulla Terra per educare gli umani alla gestione dei sentimenti. 
La Guida del Cane Bianco Planetario è lo Specchio Bianco Planetario, Kin 218, Portale di Attivazione Galattica. Veniamo guidati dalle intuizioni che rivelano ciò che si nasconde oltre le apparenze. 
L'Akash, l'archivio delle memorie terrestri, del giorno 11 della Luna Galattica (17.02.2018) trasporta il flusso della Notte Blu Cosmica, Kin 143, la Trascendenza del Sogno. Questo è un giorno per lasciarsi trasportare dalle visioni che espandono la Coscienza, che è il Tutto, fusa con il Tutto, nutrita dall'Amore cosmico, alimentata dalla Musica delle Sfere, a cui è unita intrinsecamente perché non esiste differenza tra Creatore e Creatura. 
I Chakra interessati dagli Archetipi Galattici sono il Settimo (Cane Bianco) ed il Terzo (Specchio Bianco e Notte Blu). La Trascendenza alimenta la Volontà nel superare le difficoltà a RICEVERE AMORE.
Luna, Venere e Nettuno creano un Sestile con la Luna Nera a 11° Capricorno: impariamo a lasciar andare la ferita del rifiuto che ci fa reagire come bambini arrabbiati per l'impotenza sperimentata quando non ci siamo sentiti accolti proprio da coloro che avrebbero dovuto dimostrarci il massimo amore. Ci vuole spazio nel Cuore per farlo, ma possiamo sperimentarlo con consapevolezza. Un viaggio intenso, estremamente illuminante per fare chiarezza su quali siano i pesi che gravano su di noi. Con tutto questa presenza di Pianeti in un Segno d'Acqua, possiamo impegnarci per lavarli via.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 16 febbraio 2018

SOLE, LUNA E MERCURIO IN SESTILE CON URANO NEL GIORNO DELLA LUNA ROSSA SOLARE, KIN 9 - ALZATI E VAI



Come già da ieri con il Novilunio, in Aquario si trovano Sole, Luna e Mercurio (la Luna entra poi in Pesci a fine mattinata). L'Aquario è un Segno d'Aria simbolo di capacità percettive della Mente Superiore, collegato con il concetto di futuro, di superamento delle soglie di sicurezza, di apertura ad un Nuovo che ancora non è neanche minimamente immaginabile. 
Alla mezzanotte del 16 febbraio i tre corpi celesti si sono trovati rispettivamente congiunti a 27°, 28° e 26°, formando un aspetto di Sestile con Urano a 25° Ariete, Segno di Fuoco. Aria e Fuoco possono scatenare esplosioni e trovandoci oggi nel primo giorno del Nuovo Anno Cinese del Cane, inaugurando un anno di abbondanza, ecco che ci può stare sentirsi particolarmente carichi. Soprattutto perché usciamo da un grande periodo di disagio e oggi potremmo avere la sensazione di essere molto delicati. 
Urano è elettricità e nella sua lunga permanenza in Ariete (2011/2018) ha mostrato questo aspetto più volte, stimolando la destrutturazione di tante vecchie situazioni. In questo suo fine transito (Urano entra in Toro il 15 maggio prossimo) e sollecitato da questo aspetto di forza da parte degli Archetipi planetari legati alla personalità (appunto Sole, Luna e Mercurio), oggi Urano potrebbe indurre a confrontarsi con ciò che di obsoleto ancora ci portiamo dietro. Sarà come spalancare le finestre e far uscire polvere da vecchie stanze odorose di muffa, eliminando ragnatele e togliendo i teli anneriti dai mobili. Per tornare a vedere cosa è sopravvissuto all'abitudine della zona confort rispetto ai sogni dimenticati. Questo è un buon giorno per prendersi la responsabilità di crearsi una nuova vita.
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi siamo nel decimo giorno della Luna Galattica, Luna Rossa Solare, Kin 9, un flusso di informazioni che stimolano a liberarsi di emozioni a lungo ignorate. Il Tono Solare è la capacità di formulare un intento e la Luna Rossa è la Guaritrice. Dunque, l'Oracolo di oggi apre al raggiungimento di uno stato di benessere interiore attraverso la chiarezza che possiamo portare nel nostro mondo emozionale. Dire ciò che va detto, accettare ciò che ci viene detto, sentire il corpo e il suo stato, se di quiete o di irrequietezza, dare un nome a ciò che sentiamo.
La guida della Luna Rossa Solare è il Serpente Rosso Solare, Kin 165, Portale di Attivazione Galattica (le intuizioni sono molto importanti). Esso è portatore di Forza Vitale, e ci permette di collegare Cielo e Terra dentro il Corpo, essendo posizionato sul Settimo Chakra della Terra, mentre la Luna Rossa si trova sul Primo. Il viaggio dell'energia compie un circuito totale, da sopra a sotto e ritorno. L'Akash è Vento Bianco Cristallo, Kin 142, la condivisione della comunicazione: parlare, scambiare, mettersi a confronto e tutte le difficoltà di farlo. Cosa accade quando non si parla, cosa si risolve parlando. Il Vento Bianco è posizionato sul Chakra del Cuore e porta centratura, convogliando l'energia dentro il portale dell'Infinito umano.
I giorni Luna Rossa sono sempre molto intensi a livello emozionale, soprattutto quando il Sole si trova in quadrato con Giove in Scorpione - per approfondimenti leggi QUI. Ma ci siamo dentro e una cosa utile da fare è vivere le giornate in consapevolezza.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso!)
Stefania Gyan Salila

giovedì 15 febbraio 2018

ECLISSI PARZIALE DI SOLE IN AQUARIO NEL GIORNO DELLA STELLA GIALLA GALATTICA, KIN 8 - PIANTA I NUOVI SEMI



Questa sera alle ore 21,52, ora italiana, 46 minuti minuto dopo il Novilunio, ci sarà l'Eclissi parziale di Sole - chiaramente non visibile dall'Italia.
La mappa astrologica evidenzia l'Ascendente in Bilancia e Lilith al Fondo Cielo congiunta a Saturno in Capricorno. Sole e Luna si trovano congiunti a 27° dell'Aquario, con Mercurio a 25°. 
Qual è il messaggio portato da questi Archetipi planetari?
L'Ascendente in Bilancia ci apre al confronto con gli altri, mentre lo Stellium in Aquario spinge all'autonomia e alla libera scelta al di fuori delle dipendenze emozionali, sensi di colpa e manipolazioni. Dal profondo risale la voce della Luna Nera che supportata dalla volontà di aderire ad un disegno più grande di noi (Saturno) impone un atteggiamento estremamente protettivo nei confronti dei nostri confini. 
Questi stimoli contrapposti creano una tensione sana, che ci ferma al centro, tra noi e gli altri, tra il mondo interiore e quello esterno. E' l'inizio, come in ogni Novilunio, della Ricerca di un punto di equilibrio tra le polarità, possibilmente al Centro, oltre ogni dualità, ogni senso di contrapposizione e contrasto.
Secondo il Sincronario Galattico oggi siamo nel giorno 9 della Luna Galattica, Stella Gialla Galattica, Kin 8, lo stato di coscienza che nasce dall'aver navigato finora dentro i flussi di informazione relativi al processo di Nascita del Drago Rosso, simbolo della Grande Madre. La Stella Gialla segue la traccia della Bellezza e vuole portarla ovunque, far diventare Grazie ed Eleganza l'ago della bussola. Essa appartiene alla Famiglia Segnale, posizionato sul Terzo Chakra della Terra, così da nutrire la volontà con ispirazioni creative, affinché tutto sia in armonia. La sua Guida, Umano Giallo Galattico, Kin 112, Portale di Attivazione Galattica, è posizionato sul Chakra del Cuore, a ispirare scelte che partano dal Profondo. Nell'Akash del nono giorno della Luna Galattica (15.02.2018) troviamo il Drago Rosso Spettrale, Kin 141, collegato con il Chakra della Gola. La cosa importante oggi è stata trovare le giuste parole che esprimessero scelte nuove e profonde, da esporre con fermezza ma con infinita grazia.
Usciamo oggi da uno dei periodi più intensi degli ultimi anni, siamo stati guidati dentro il difficile processo di superamento delle idiosincrasie e storture varie. Ora tiriamo un sospiro di sollievo e leggerezza e prepariamoci al prossimo ingresso di Chirone in Ariete, il 17 aprile, che metterà tanta luce sugli aspetti più delicati della natura umana, come il senso di impotenza e di frustrazione maturati ogni volta che non ci siamo sentiti riconosciuti. Il ritorno di Chirone in Ariete dopo 50 anni ci aiuta a portare guarigione in quei punti dell'animo, insegnandoci a fidarci. Fiducia e arrendevolezza, i nuovi semi da piantare e di cui prenderci cura da qui in avanti.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 14 febbraio 2018

MERCURIO QUADRATO A GIOVE NEL GIORNO DELLA MANO BLU RISONANTE, KIN 7 - ALLA SCOPERTA DELLA GRANDE BELLEZZA


IMMAGINE DI RITA LOYD


Il gioco delle quadrature planetarie continua, a sottolineare l'ardito Cammino di confronto con se stessi. Mercurio, pianeta dei 5 sensi e della comunicazione, dell'intelligenza logica e del mentale lucido, entra in congiunzione con il Sole (22°/25°) rafforzando l'aspetto di tensione con Giove a 22° Scorpione, stimolando l'espressione delle parole non dette perché considerate troppo scomode. La sfida - perché questa è la quadratura - è di mettersi volontariamente dalla parte di chi non si adegua, di chi si mantiene fedele a se stesso, anche se questo significa uscire dal gruppo. Per molti può essere la norma, la spontaneità, per altri la cosa più difficile da compiere.
Tra le altre cose, Saturno si sta avvicinando alla Luna Nera, creando una congiunzione che non andrà mai oltre i 4° di orbita. Tuttavia è interessante questo nuovo incontro tra il Maestro e la Ribelle perché dona agli umani la forza di adesione alla propria verità. Non possiamo più sopportare la minima invasione. I confini devono essere ben difesi perché stiamo elaborando ciò che è la nostra Essenza. Ci stiamo avvicinando al Nucleo, la parte luminosa ed eterna che respira nel nostro Profondo. Stiamo scoprendo la Grande Bellezza che riposa in noi. 
Mentre questo accade non possiamo disperderci, distrarci, dare energia ad altro che non rispetti un atteggiamento ritirato di grande silenzio ed osservazione. E mentre nulla accade fuori, tutto accade dentro.
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi siamo nell'ottavo giorno della Luna Galattica, Mano Blu Risonante, Kin 7, giornata da dedicare alla sintonizzazione, attivando le antenne percettive che captino le intuizioni, quei piccoli flash di luce che suggeriscono soluzioni su come guarire i punti di fragilità che piano piano si sono svelati e si stanno ancora svelando.
La Mano Blu è portatrice di Guarigione, appartiene alla Famiglia Centrale posizionata sul Chakra del Cuore della Terra. La sua Guida è la Tempesta Blu Risonante, la Catarsi che elimina le tossine del vecchio per creare spazi dove sia possibile riequilibrare i flussi di energia che nel tempo si erano bloccati. La Tempesta Blu appartiene alla Famiglia Portale, posizionata sul Primo Chakra della Terra. Si collegano così Radice e Cuore, portando guarigione nelle tematiche di sopravvivenza, di relazione con il denaro, la capacità di sostenersi e di diventare autonomi.


L'Akash, l'archivio delle memorie terrestri, trasporta l'energia del Sole Giallo Planetario, Kin 140, l'Illuminato, che crea l'opportunità di conoscere il passato, di portare chiarezza in ciò che avvenne, la cui ombra ha agito finora nel nostro inconscio, impedendoci di camminare liberi.
Questi sono gli Oracoli per oggi. Domani avviene il Novilunio e l'Eclissi parziale di Sole. Domani usciamo dal Corridoio iniziato il 31 gennaio e probabilmente anche dal freddo intenso che ci sta attanagliando in questi giorni. 
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Me Stesso)
Stefania Gyan Salila

martedì 13 febbraio 2018

LUNA IN CAPRICORNO CONGIUNTA A PLUTONE E QUADRATA AD URANO - ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO RITMICO, KIN 6 - NON ESISTE ALCUN CENTRO CHE NON SIA TU


Un altro passo all'interno del Corridoio delle Eclissi. Ci stiamo avvicinando all'uscita nel Cammino guardiamo le situazioni, scoprendo quanto siamo coinvolti nei retaggi emozionali legati al senso di rifiuto e di disamore, nonostante non ce ne rendiamo conto. Oggi l'attenzione viene posta sul contatto con il sentire, con la reale portata delle emozioni, con la loro autenticità. Ci viene chiesto di aderire totalmente a ciò che sentiamo, oltre l'eventuale negazione operata dalle strategie mentali per sopravvivere al senso di esclusione. 
Quante volte abbiamo scelto di seguire una data direzione per ingraziarci gli altri, abbiamo taciuto per quieto vivere, tradendo però noi stessi, mancando di lealtà al nostro Sé?
La congiunzione Luna/Plutone (22°/20° alla mezzanotte UTC) di oggi ci spinge alla ricerca della Verità, che nel carattere del Capricorno diventa Assoluta. Essi formano una quadratura con Urano a 25° Ariete, spingendoci a reagire contro qualunque senso di prevaricazione o sentore di invasione da parte del mondo esterno. Ci vuole cautela e respiro per non cedere ad una reattività troppo forte, ma comunque possiamo avere anche la forza di toglierci qualche sassolino dalla scarpa.
Secondo il Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi siamo nel settimo giorno della Luna Galattica, Allacciatore dei Mondi Bianco che risuona al Tono Ritmico, giorno 6 dell'Onda Incantata del Drago Rosso. Siamo nei 13 giorni del flusso della Nascita, portati a sviluppare contatto con l'Essenza, per radicarci dentro la Presenza - queste le parole chiave del Drago Rosso.
L'Allacciatore dei Mondi, come si comprende dal nome, è portatore di una frequenza che unisce gli opposti più estremi, come la Vita e la Morte, le dimensione più dense e quelle più eteriche della realtà. Esso appartiene alla Famiglia Cardinale, (insieme al Drago Rosso, alla Scimmia Blu e al Guerriero Giallo) posizionata sul Quinto Chakra della Terra, lì dove la Metafisica ci spiega essere radicate le credenze ed i condizionamenti. Il lavoro di consapevolezza di oggi ha il pregio di farci entrare oltre il buio delle credenze inconsce per liberare spazio rispetto a ciò che ci fa reagire.
La Luna, Plutone e Urano creano una tensione interiore di reazione, e un buon modo per attraversarla è quella di fermarsi un attimo prima di parlare, di decidere, portando l'attenzione sul battito del cuore, sulla postura del corpo, e respirare. Ciò significa portarsi al Centro di sé. Da lì la prospettiva cambia. Quando si vive una tensione, un conflitto, da qualunque parti si guardi fuori, non si sono vie d'uscita semplici, altrimenti non esisterebbe il conflitto. Le quadrature danno forma ad un panorama che spinge a cercare una risposta dentro. Ci stimolano a distogliere lo sguardo da un evento pesante e ci portano a prenderlo in considerazione da una posizione di sano distacco. Non è facile, lo so, ma è possibile ed è un allenamento e per mia esperienza è l'unico modo per superare la reattività. Ci vuole pazienza, impegno, disciplina e tanto, tanto respiro.
L'Allacciatore dei Mondi Bianco Ritmico, Kin 6, ci aiuta in questo difficile compito quotidiano (difficile perché siamo maggiormente abituati a riferirci fuori piuttosto che dentro) di vedere gli eventi come enormi proiezioni del nostro attuale stato di coscienza. L'Allacciatore dei Mondi è il Cielo che scende sulla Terra e la Terra che si eleva verso il Cielo. Noi siamo al Centro, antenne biopsichiche che si muovono per risonanza. 
Ad ognuno il suo compito, ad ognuno il suo percorso di auto-consapevolezza.
La quadratura Sole/Giove (leggi QUI) dura fino al 18 febbraio, e quella tra Plutone e Urano ci terrà occupati fin verso fine mese, anche se non la sentiremo così forte come in questi giorni. Questo aspetto è molto interessante perché lima via le alzate di testa della personalità, permettendoci di vedere quale sia il punto debole su cui poi andare a lavorare. L'unico requisito è voler vedere.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

Se vuoi scoprire la tua Identità Galattica, clicca QUI

lunedì 12 febbraio 2018

SOLE E GIOVE IN QUADRATO NEL GIORNO DEL SERPENTE ROSSO INTONANTE, KIN 5 - NONOSTANTE TUTTO, CE LA POSSIAMO FARE



Una quadratura tra il Sole a 23° dell'Aquario e Giove a 22° dello Scorpione non è cosa semplice da sopportare. Intanto questo aspetto astrologico apre ai conflitti interiori, scatenando uno stato di grande irritabilità, latente vittimismo e suscettibilità. Occorre rimanere calmi e lasciar dormire la Tigre. E' un lunedì, è necessario rilassarsi e non reagire se il mondo sembra avercela con noi.
L'energia del Sincronario Galattico delle 13 Lune trasporta le informazioni collegate con il Serpente Rosso Intonante, Kin 5, che rappresenta la Forza Vitale e la Sopravvivenza. Forse dovremo lottare un po', ma sarà una scuola in cui imparare la Resilienza e il Respiro.
Il Serpente Rosso che risuona al Tono Intonante rappresenta la Forza che ci deriva dal senso di appartenenza. Poiché il Serpente deriva dal Drago, che guida questa Onda Incantata, ed il Drago rappresenta la Grande Madre, oggi ci colleghiamo con tutti gli Archetipi del Femminile e ne deriviamo la Forza che ci pilota oltre i conflitti interiori, che è la sfida che la quadratura Sole/Giove ci presenta. 
Sole e Giove in quadratura scatenano il senso di esclusione, di ingiustizia subita, di essersi sentiti i reietti, i non amati. Oggi ripuliamo profondamente il cuore da questi pesi. Di nuovo tanto Verde Oliva, come consigliato negli articoli scorsi. Così potremo respirare, aprire il cuore e respirare.

Il Verde Oliva a sinistra nella versione Equilibrium è la Guida Femminile del Cuore
L'Olio si applica nel corpo nella zona del torace e libera dalle memorie del passato
Sulla destra il Pomander Verde Oliva per ripulire il campo aurico del Cuore dai pesi e dalle amarezze
Entrambi attivano il senso di autorevolezza e di presenza
Per info chalicewell.it


Respirare dentro il senso di giudizio e guardare oltre. 
Essere consapevoli delle proprie fragilità, detestarsi per questo, ma respirarci dentro e guardare oltre.
Respirare nel dolore e nella pesantezza del cuore e guardare oltre.
Respirare dentro la forza che si attiva in noi e si espande in tutto il corpo.
Respirare dentro il calore che attiva le cellule, risvegliando emozioni dimenticate.
Allinearci con tutto quello che siamo e manifestarlo nella pienezza della nostra Forza.
Un altro viaggio enorme in un tempospazio apparentemente limitato, finito che incontra infinito e noi ne stiamo al Centro. 
Il Serpente Rosso è collegato con il Settimo Chakra della Terra; la sua guida, Viandante dei Cieli Rosso Intonante, Kin 213, è collegato con il Terzo Chakra. Anche le memorie akashiche del sesto giorno della Luna Galattica (12.02.2018) trasportano il Flusso del Viandante dei Cieli, come è avvenuto ieri e ieri l'altro. Sono giorni che le memorie parlano delle Guerre del Tempo (tematica legata al Viandante dei Cieli Rosso) e sono giorni che a tutti fa male il cuore. Perché? Perché stiamo purificando il Quarto Chakra dal dolore del passato. E oggi questo avviene nell'allineare il Terzo Chakra (potere, discernimento) con l'anelito alla trascendenza del Settimo Chakra. La chiamata al potere diventa riconoscimento delle proprie risorse, trasformando il senso di prevaricazione in autorevolezza.
Nonostante tutto, possiamo farcela. Tra qualche giorno ci sarà l'Eclissi di Sole. Ci stiamo preparando ad accogliere un cambio di punti di riferimento.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

Per approfondire il Sincronario Galattico delle 13 Lune leggi QUI
Per conoscere la tua Identità Galattica clicca QUI

domenica 11 febbraio 2018

VENERE IN PESCI, LUNA CONGIUNTA A LUNA NERA NEL GIORNO DEL SEME GIALLO AUTO-ESISTENTE, KIN 4 - LA RICERCA DI AUTONOMIA E LA FAME D'AMORE


Venere, il pianeta che trasporta la frequenza dell'Amore e del Piacere, entra oggi nel Segno d'Acqua dei Pesci, fino al 06 marzo. Si tratta di uno dei transiti planetari più difficili da sopportare, perché ci mette in confronto con la sensibilità, con il bisogno d'amore, amare ed essere amati, e in questi giorni di Corridoio delle Eclissi mette in risalto le serrature difensive dietro cui abbiamo trincerato il Cuore nel tempo.
Venere in Pesci ha anche un aspetto meraviglioso di romanticismo e dolcezza, di fiducia nella bellezza della Vita e di morbida arrendevolezza a ciò che accade. Quindi, a seconda del processo in cui ci troviamo al momento, possiamo sperimentare le due polarità di questo intensissimo aspetto.
In base al Sincronario Galattico delle 13 Lune oggi ci troviamo nel quinto giorno della Luna Galattica, Seme Giallo Auto-Esistente, Kin 4, che stimola a focalizzarsi sul Progetto di Vita. E questo è il punto. Cosa siamo venuti a fare? Perché dover passare attraverso tutte queste battaglie? Cosa stiamo cercando? Perché non riusciamo ad accontentarci?
Venere in Pesci ci accompagna fino al 06 marzo a lasciarci andare tra le braccia di una Vita che riserva sorprese e abbondanza. Tuttavia la sua natura delicata mette luce sulla nostra vulnerabilità e bisogno di sentirci protetti. Il Seme Giallo rappresenta uno stato di coscienza di totale fiducia e arrendevolezza. Chi più di un seme necessita di passare attraverso un processo di morte per rinascere come altro da sé? Chi più di un seme deve aprirsi in due, spaccarsi, per far uscire il germoglio che diventerà piena manifestazione delle proprie potenzialità? 
Questa è dunque una chiamata all'abbandono della paura per entrare nel Flusso dell'Intelligenza della Vita, che non è qualcosa di enorme e distante, ma è proprio di ogni singola cellula che ci compone. Attivare questa visione significa non rimanere più ancorati alla paura dell'incertezza. Ed è in questo modo che possiamo oggi iniziare il percorso dentro un altro stato dell'essere, concentrato sulla Via del Cuore (Venere in Pesci) che pone l'attenzione sul bisogno d'amore, sul sapere chiedere amore, sul fidarsi che quell'amore arriva, si risveglia da dentro e viene emanato fuori. Quindi siamo sempre e comunque noi i protagonisti, non qualcuno o qualcosa che si deve manifestare da fuori.
C'è anche un altro aspetto interessante che si presenta nel Cielo Astrologico di oggi, ed è la congiunzione a 10° del Capricorno che si verifica in serata tra la Luna e la Luna Nera. Se da una parte Venere chiama a ricercare l'amore, creando un'atmosfera di grande tenerezza, gli altri due Archetipi del Femminile attivano invece il senso di autonomia, di algido distacco. 
Il dono di questa alternanza tra due stati apparentemente opposti è l'instaurarsi di un equilibrio, grazie al quale si esce dal ruolo di vittima in cui il bisogno d'amore spesso ci caccia. Inoltre, è un forte invito a diventare uno stabile punto di riferimento per se stessi, a radicarsi dentro l'Essenza, oltre i bisogni e la ferita dell'amore non corrisposto. Ci stiamo prendendo cura di quella parte negata, che si è sentita rifiutata, affidandola a noi stessi, senza pretendere che venga accolta da qualcun altro. Allora possiamo avvertire l'amarezza dissolversi e il punto del Cuore, da pesante che era, si alleggerisce.
Il Seme Giallo è collegato con il Primo Chakra, il Kin Guida di oggi, Sole Giallo Auto-Esistente, Kin 160, è collegato con il Settimo Chakra. Nell'energia galattica che scorre all'interno del nostro corpo da cima a fondo e ritorno, si uniscono Cielo e Terra dentro di noi, natura umana e celeste, bisogno d'amore e senso di autonomia, e attiviamo l'Holon, una totalità materica ed energetica, manifestazione della nostra vera natura.




Oggi è un giorno Seme Giallo in un anno lunare Seme Giallo, non possiamo far altro che arrenderci a far fiorire ciò che siamo, dentro l'infinito contenuto nelle nostre cellule.
In lak'ech! (Io Sono Un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

sabato 10 febbraio 2018

CHIRONE IN ARIETE E URANO IN TORO, L'ACQUISIZIONE DELLA MAESTRIA DEL SE' - TRASCRIZIONE DELLA CONFERENZA DEL 21.01.2018, SPAZIO AUREA, MILANO - PARTE 3



Un altro dono interessante che ci viene fatto quest'anno è un sano senso del distacco, cioè avere una giusta misura delle cose, vederle in una prospettiva più ampia, cioè riuscire a manifestare le proprie emozioni elaborandole. In questa elaborazione, nel sentirsi degni di poter dire la propria, nel non avere paura di ciò che si è, si rivela l'amore, quando andiamo a prenderci tutto ciò che ci appartiene. Ogni volta che ci permettiamo di dire no, difendendo il territorio, difendendo noi stessi, emaniamo una luce fortissima, che crea un movimento energetico magnifico. Aumento l'autostima grazie a quel no detto. Dire no vuol dire creare un confine e noi dimostriamo di poterlo fare. Stiamo dentro a ciò che siamo, felici di starci. Se vogliamo guarire il senso di non riconoscimento, dobbiamo essere noi i primi a dire chi siamo, perché gli altri non lo faranno per noi, non è il loro compito. Il compito è il nostro e Chirone ce lo ricorda. Esso è il bambino dimenticato dentro la nostra pancia, è lì che piange e ci fa venire la malinconia, sentire tristezza, che spesso compensiamo con il cibo, o le dipendenze di qualsiasi natura. Nel mettere a posto la relazione con ciò che si nasconde nel profondo, andiamo a prenderci cura delle dipendenze. 
Lo studio dell'Astrologia, a mio avviso, serve a prendere la mappa del nostro Cielo, fotografia delle posizioni planetarie al momento in cui diamo il primo respiro ed estrapolare il programma di vita, il software che agisce dentro le nostre cellule. Elaborare una lettura della mappa astrale significa entrare in quel programma per conoscere i suoi punti di forza e le sue sfide. Ogni pianeta può essere considerato come uno strumento musicale che emana note, perché tutto è vibrazione e risonanza. Più si comprende la forza di quella vibrazione, la funzione che quel pianeta ha nel nostro Cielo, maggiormente quello strumento sarà in accordo con il resto, creando una perfetta sinfonia.
Un altro aspetto di Chirone è il senso di dovere/piacere. Poiché l'Ariete è l'archetipo dell'adolescente, quanto quel ragazzino, quella parte vitale, è stato incastrato dai no, o quanto lo abbiamo lasciato libero di manifestare la sua energia? Ognuno di noi ha un punto Ariete nella propria mappa, quindi ciascuno vivrà questo tipo di percorso nella vita, in riferimento ad un dato settore. Quanto ci concediamo di stare nel piacere, di ridere, e quanto invece viviamo nella doverizzazione, essendoci dimenticati il piacere cosa sia? 
Urano e Chirone stanno collaborando tra loro nell'aiutare l'umano a fare pace con se stesso. Da tempo di inseguono, Chirone nei Pesci, Urano in Ariete, poi Chirone in Ariete e Urano in Toro. Dal 2011 Urano ci chiede: Chi sei tu? Contemporaneamente Chirone sta tuttora (fino al 16 aprile 2018) guarendo la ferita dell'abbandono. Ora, con i nuovi transiti, la domanda Chi Sei Tu? si trasforma in Io Sono di Chirone in Ariete, che ci aiuterà a riconoscerci, riconoscere il nostro Io Sono.
Transitando in Toro, Urano porterà luce nelle modalità di somatizzazione, visto che il Toro è il corpo fisico. Noi siamo frutto delle nostre somatizzazioni, il linguaggio emozionale non espresso ma vissuto dal corpo. Urano viene a portare luce in questo ambito, portando ad apertura situazioni emozionali stagnanti e vecchie. E' sempre più necessario entrare nel profondo e da lì abbattere le porte chiuse, facendosi aprire da chi quel Profondo lo abita, così che ciò che si trova lì si riattivi, mostrandosi, così da farci fare esperienza. Poiché il Toro rappresenta anche le radici, Urano potrebbe spingerci a diventare nomadi, a spostarci, viaggiando ed esplorando l'ignoto. Dovunque si trovi il Toro nella nostra mappa, lì avverrà l'apertura.

Il viaggio che sto spiegando va ben oltre il Segno zodiacale, che rappresenta il punto in cui si trovava il Sole al momento della nostra nascita. Quest'ultimo illustra le qualità della nostra personalità, mentre invece qui si sta parlando di andare ad esplorare gli antichi patti d'anima ed andare oltre ad essi. Il dono portato da questi due Archetipi è molto grande: la libertà dalla paura, e la paura è radicata nel dolore. Chirone rappresenta la Ferita karmica che ci riporta sulla Terra; abbiamo scelto quel tipo di disagio o sofferenza per ricordarci chi siamo attraverso essa, sperimentandola nella prima parte della nostra vita, per poi portarci a guarigione. Dovunque si trovi l'Ariete, in quel settore della mappa di nascita, lì c'è la guarigione.

CHIRONE IN ARIETE E URANO IN TORO - L'ACQUISIZIONE DELLA MAESTRIA DEL SE' - TRASCRIZIONE DELLA CONFERENZA DEL 21.01.2018, SPAZIO AUREA, MILANO - PARTE 2




Urano è elettricità, il suo simbolo è un'antenna - quando entrò in Ariete l'11 marzo 2011, Segno di Fuoco, ci fu un'esplosione, un terremoto molto forte (Fukushima). L'Ariete è l'Io Sono (oppure la grande domanda, chi sono io?), è il Pioniere. Quando questi Archetipi che si muovono lenti nei loro annosi transiti, cambiano segno, aprono la coscienza umana ad una domanda, e Urano in Ariete ha aperto la coscienza alla domanda: Chi Sei Tu? Tra il 2013 ed il 2014 c'è stata una danza che Urano, sensibilità psichica, antenna percettiva, ha messo in atto insieme a Plutone, il puro psichismo, l'insieme di tutti nostri sensi profondi, l'empatia viscerale, l'antenna viscerale, che si attiva attraverso il linguaggio corporeo. Plutone è anche l'ossessione, il grande dubbio. Urano e Plutone hanno creato una danza profonda dando forma ad una serie di quadrature, che hanno avuto il pregio doloroso di smussare che le nostri parti più spigolose, le asperità interiori. Non c'era pace in questa danza, perché lo sforzo richiesto era quello di lasciar andare completamente l'attenzione dal mondo esterno per portarla dentro, lasciando che le nostre emozioni lavorassero per noi. Viverle senza farsi coinvolgere, facendone esperienza, ma senza farsi spostare. 
Il 15 maggio 2018, Urano entra in Toro, che è la Terra; la massima luce nelle profondità della Terra. Il Toro è un Segno Fisso, portato al Radicamento. Urano, con la sua luce, porta scompiglio nello status quo che abbiamo cercato di mantenere fermo con tutto noi stessi. Entriamo in un ennesimo processo di purificazione e di lasciar andare. Ennesimo perché dal 2012 ne sono arrivati tanti. Confrontando l'astrologia galattica con quella solare, secondo me arriviamo all'attivazione del Corpo di Luce. Qualcosa deve essere attivato. Il ciclo è lungo, 2018/2025 e durante questo periodo, come anche riportato da tante canalizzazioni, il carbonio che ci compone si deve trasformare in silicio. Questo è l'inizio.

Durante il passaggio saremo supportati da altri archetipi, che in sottofondo ci supportano nel processo di guarigione della ferita del non riconoscimento e dell'attivazione del Corpo di Luce.
Essi sono Marte, il desiderio, la volontà, il movimento esteriorizzato; 
la Luna Nera, il punto cieco, la parte ribelle, ombra che ottunde la mente. Essa è la nota interiore che stona ma che non vediamo di noi, per cui siamo portati ad attrarre persone che ci ricordano continuamente i soliti giochetti di potere invalidanti, di cui ci chiediamo sempre il perché, di cui ci sentiamo continuamente vittime. E' perché non riusciamo a vedere che quei giochetti li stiamo creando noi, proprio perché non riusciamo ad accettare quella nostra parte e la proiettiamo continuamente fuori. 
Infine Plutone, che si trova in Capricorno fino al 2009, che nel corso del 2018 toccherà periodi di congiunzione con la Luna Nera. Per riuscire a diventare consapevole del loro senso ci vuole tanta presenza, tanta umiltà. Sono tutti i giochi di potere che mettiamo inconsapevolmente in mostra, e Marte li porta fuori nella vita reale. Ogni umano che ha qualcosa che non gli/le va giù, non riuscirà più a sopportarlo. Tutti i confini, continuamente invasi dalle richieste del mondo esterno, verranno chiusi. Se ancora non avete mai avuto la forza di dire di no, ora non ce la si farà più. 
I giochi di potere vengono tenuti su di continuo, nel confronto con gli altri. Degenerano in conflitti generalizzati, che poi diventano lo specchio degli innumerevoli conflitti che si manifestano sulla Terra. Prendiamoci la responsabilità di portare a soluzione i conflitti interiori. Quando diciamo "non mi sento riconosciuto", vuol dire che non mi prendo la responsabilità di essere quello che sono, al di là di quello che l'altro dice che io sia.
E' una ferita molto antica, risale all'infanzia, o anche a prima. Tuttavia il Sè adulto ha la possibilità di prendersi cura di quella ferita, decidendo che c'è una parte ferita, ma non è l'intero. Siamo molto più grandi e possiamo arginare la ferita e fare in modo che essa non prevalga nella quotidianità, decidendo per noi.
Il 2018 è un anno intenso perché i movimenti astrologici nel suo corso vertono sul prendere responsabilità di sé.

Il Maestro, Saturno, ultimo confine celeste per gli Antichi,  rappresenta la nostra colonna vertebrale, l'Essenzialità, la presa di coscienza di chi siamo a diversi livelli di coscienza. Esso ci insegna a stare di fronte a se stessi con tutto quello che c'è, per quello che noi giudichiamo essere bene, o nel male (giudicato come tale). Saturno ha un corso lento, rimane due anni mezzo per segno. Ogni 30 anni torna sulla stessa posizione. Il 20 dicembre 2017 è entrato in Capricorno, Segno di cui è anche Governatore, ciò significa che in questo modo questo Archetipo dà il massimo: il massimo dell'essenzialità, della presa di responsabilità, il massimo dello specchio nel guardarsi per ciò che si è. Non ha parole, Saturno, esso è e così ci porta ad essere. In Capricorno  si trovano anche la Luna Nera, fino a novembre 2018, e Plutone, fino al 2023, simboli entrambi della nostra Ombra. Così il Maestro ci accompagna in questo incontro, e grazie al contributo di Marte in Capricorno dal 18 marzo al 16 maggio, l'energia di manifestazione sarà potentissima, nel momento stesso in cui saremo testimoni del passaggio di Chirone in Ariete ed Urano in Toro. E' necessario affermare il proprio Io Sono, sapendo che quell'Io Sono che dite di essere corrisponde in realtà a ciò che siete. Finalmente diventiamo leali a noi stessi. Ogni volta che subiamo un tradimento da qualcuno, noi stiamo tradendo noi stessi in realtà. Quella persona semplicemente ce lo sta manifestando. Essere leali a se stessi vuol dire stare nel rispetto di ciò che siamo. Quest'anno sarà duro per questo motivo, perché non ci saranno scorciatoie nell'incontro con la nostra essenzialità, con la lealtà verso noi stessi. La salita sarà diritta ed elevata. Tuttavia anche se è difficile, riceviamo tantissimo in cambio: la forza di poter affrontare quella parte di noi che non ci piace, che provoca rifiuto, ribrezzo o vergogna. La vediamo, nonostante il disagio, prendiamo atto della sua esistenza. La prossima volta che quella parte farà capolino, decideremo se potremo darle spazio e manifestazione o tenerla buona, elaborandola con maggiore serenità. Così smetteremo di giudicarci, di volerci correggere. Il fine ultimo di ogni disciplina spirituale è quello di arrivare ad amare se stessi e ad approcciarci a sé nella maniera migliore possibile.


Ricordiamoci sempre di essere molto molto piccoli rispetto a tutto il resto di ciò che esiste.

CHIRONE IN ARIETE E URANO IN TORO, L'ACQUISIZIONE DELLA MAESTRIA DEL SE' - TRASCRIZIONE DELLA CONFERENZA DEL 21.01.2018 - PARTE 1



Non ho video da condividere questa volta. Il 21 gennaio a Spazio Aurea, ho tenuto una conferenza sugli aspetti più potenti di questo 2018. Non ho parlato delle Eclissi, perché ne ho già illustrato le caratteristiche in diversi post. 

Qui di seguito la trascrizione, che divido in 3 parti per rendere la lettura affrontabile:

Chirone nella mappa astrale di nascita rappresenta la Ferita Karmica, la cui guarigione è il momento in cui entriamo in contatto con i nostri talenti e risorse. La sua qualità in luce rappresenta la coscienza del nuovo umano.
Dal 2012 esso è in transito nel Segno dei Pesci e sta portando a guarigione la prima ondata di Bambini delle Stelle scesi sulla Terra tra il 1960 ed il 1967. Il 17 aprile 2018 Chirone passa in Ariete, il primo Segno, che non sa dove andare ma sa di doverlo fare. Non ha nessuno da seguire, per cui è insicuro, tuttavia è un Segno di Fuoco, e come tale deve stare in movimento. E' l'Io che comincia a farsi strada. Chirone nel suo transito in Ariete rappresenta la guarigione della ferita del Non-Riconoscimento, aiutandoci a trovare il nostro posto nella vita. 
In questo caso il corpo fisico diventa estremamente importante quale strumento di navigazione a nostra disposizione, di cui prendersi cura per prenderci cura dello Spirito. Non c'è separazione tra il mondo spirituale ed il corpo fisico. Non possiamo frequentare seminari e poi tornare al vecchio sé il giorno dopo. Ci deve essere il momento in cui qualcosa dentro di noi si spacca e rompe l'attuale equilibrio o fase di stasi, creando uno spazio in cui le nuove informazioni si incuneano nel fertile terreno interiore e da lì promuovono il cambiamento. Ciò che accade è che ci si fa carico del processo di crescita, ci si prende la responsabilità di ciò che si sente. 
Il 17 aprile 2018 Chirone entra in Ariete dove rimarrà fino al 2027. Si tratta di un corpo celeste lento, che entra in moto retrogrado per 6 mesi all'anno. Quando questo accade quel tipo di Archetipo spinge l'umano a riconsiderare ciò che è già accaduto, entrando in una pausa di riflessione, dove ogni cosa sembra fermarsi. Si tratta dell'inizio della fase di orizzontalizzazione dell'energia. Gabriela De Paz, la mia insegnante di Terapie Vibrazionali e bravissima Channeler, afferma che esiste una fase di verticalizzazione dell'energia, in cui il corpo si apre a prendere il flusso di informazioni, che poi si espande, orizzontalizzandosi. Quando questo accade è necessario fermarsi, per poter assorbire quello che la verticalizzazione ci ha portato, altrimenti rimane tutto nell'alto e non scende nei Chakra bassi e quindi non diventa vita. Il periodo in cui la maggior parte dei pianeti entra in moto retrogrado è estate nel nostro emisfero. Si comincia tra marzo ed aprile ed è un movimento che riguarda i pianeti lenti, quelli che si trovano lontani dal Sole. In poco tempo a volte si arriva ad avere fino a cinque pianeti retrogradi, fin verso settembre, mentre Urano e Nettuno proseguono fino alla fine dell'anno.
Quando sentiamo di vivere un momento in cui non riusciamo a muoverci, è importante non farlo, rimanendo fermi. Molte volte vale la pena di farsi trovare anziché andare a cercare. In quel momento  stiamo seguendo il corpo, anziché farsi seguire faticosamente dalle sue somatizzazioni. Il corpo è molto connesso con i raggi planetari, ne è direttamente esposto. Quando ci fermiamo, smettendo di dibatterci come pesci in una rete, stiamo attivando la sincronicità, che è l'insieme dei segnali che ci portano verso un dato obiettivo. Se corriamo intorno spaventati dal fatto di non trovare nulla, non riusciamo a stare fermi nel punto in cui quella cosa arriva ad incontrare noi. Ci vuole un cambio di coscienza, che può corrispondere all'entrare in contatto con la propria ferita, che significa smettere di avere paura, non avere paura del dolore che portiamo dentro, perché esso non è che una piccola parte della nostra totalità, e in quanto tale, non ci rappresenta nella nostra complessità e multidimensionalità. Quando sentiamo quel dolore, quel vuoto, abbiamo i mezzi necessari per affrontarlo. Prima di tutto il nostro respiro. Se non abbiamo un bel rapporto con il nostro respiro, nulla accade nella vita. Le difficoltà nel trovare l'amore, un lavoro soddisfacente o una bella qualità della vita, possono avere origine nella paura che blocca il respiro dal suo fluire circolarmente fuori e dentro di noi. Bloccando tutto nel Terzo Chakra, nella bocca dello stomaco, nel diaframma, fermiamo tutto in quel punto, impedendo che l'energia scenda nei Chakra bassi e che diventi vita. In questo senso è molto importante portare l'attenzione sul retro dei Chakra, il punto di connessione sulla schiena. Lì ci sono le porte di ricezione, ed è importante che siano aperte. Se non riceviamo, non prendiamo nulla. Aprire il retro dei Chakra è un grande atto d'amore e di fiducia: significa che sentiamo di meritare amore e che ci fidiamo che esso arrivi fino a noi. La vita è abbondanza. Basta stare fuori dalla Paura, fare il salto oltre a quello stato di coscienza. 
Il 17 Aprile 2018, Chirone entra in Ariete, portando guarigione del senso di non riconoscimento - io torno in contatto con ciò che io sono, e qualunque cosa sia, io la manifesto.





SOLE CONGIUNTO A VENERE NEL GIORNO DELLA NOTTE BLU ELETTRICA, KIN 3 - IL CUORE STA ELIMINANDO LE MEMORIE DOLOROSE DEL PASSATO



Nel viaggio planetario degli Archetipi, oggi il Sole si trova a 21° dell'Aquario e si avvicina a Venere a 28°. Poiché domani la Stella del Mattino passa in Pesci, questo è il punto di maggiore congiunzione che il Maschile ed il delicato Femminile sperimenteranno in questo periodo. 
Venere è l'Archetipo portatore della Fiamma Viola, principio di trasmutazione alchemica. Il Sole scalda ed illumina questo principio, dando forza al processo di elaborazione dentro cui ci troviamo. Sincronicamente, secondo il Modulo Armonico Tzolkin, oggi ci troviamo nel giorno della Notte Blu Elettrica, che rappresenta l'Attivazione del Sogno. Dall'08 febbraio stiamo navigando dentro l'Onda Incantata del Drago Rosso, che ci incanala dentro uno spazio di 13 giorni in cui ci confrontiamo con una nuova nascita, con tutta la bellezza della Vita che esplode, ma anche con la fatica e la resistenza che l'arrivo del cambiamento implica. Il 10 febbraio 2018 rappresenta il terzo giorno del processo, quando, dopo aver individuato l'obiettivo e le problematiche da superare per raggiungerlo, ci si focalizza sul contributo che si può portare a noi stessi, al collettivo, grazie all'attuazione del nostro obiettivo.
Ed ecco qui: la Notte Blu (parole chiave Sogno e Abbondanza) fa parte della Famiglia Segnale, insieme alla Stella Gialla, al Viandante dei Cieli Rosso e allo Specchio Bianco. Questo gruppo di Glifi hanno la funzione di captare i segnali per ritrasmetterli. Sono i Catalizzatori, quelli che fanno accadere cose perché attraggono l'energia che porta alla trasformazione. 
La Famiglia Segnale è posizionata sul Terzo Chakra della Terra, per cui oggi il collettivo si trova ad affrontare tematiche legate alle parole chiave di quel punto energetico. Potremmo avere problemi digestivi, emicranie, sperimentare lentezza e stanchezza a causa del fegato appesantito; avere discussioni per difendere il territorio, doverci misurare con le invasioni da parte del mondo esterno, dover prendere decisioni coraggiose, ecc.



Espandendo l'attenzione, si nota che la Notte Blu Elettrica porta con sé un Oracolo (ogni Glifo giorno dopo giorno porta questo tipo di informazioni). Questo Oracolo, detto del Destino, o della Quinta Forza, illustra gli Archetipi in gioco. In questo contesto a me interessa porre l'accento sul Kin Guida della giornata, che è la Mano Blu Elettrica, Kin 108, Portale di Attivazione Galattica. La Guida dunque ci porta a contattare una creatività (Mano Blu) funzionale, concreta, ispirata. Così, nelle eventuali discussioni, o nei disagi fisici che potremmo sperimentare, possiamo lasciarci ispirare su una eventuale soluzione che passa attraverso un linguaggio di riconciliazione. Sì, perché la Mano Blu è posizionata sul Chakra del Cuore della Terra, e oggi è un giorno in cui possiamo mettere in comunicazione il Terzo con il Quarto Chakra, la volontà e l'infinito, per farsi guidare dentro un lavoro di riconciliazione. La Notte Blu è l'infinito spazio del Sogno, dove tutto è possibile perché è puro movimento della Mente Immaginativa. Essa ci aiuta a dare vita al giusto sogno per farne qualcosa di concretamente bello. Nel processo di Nascita che stiamo attraversando questo significa avere conferme che il terreno che stiamo esplorando, anche se impervio, sta dimostrandosi di essere sempre più Casa.
Altro elemento: il Sincronario Galattico delle 13 Lune ha dato un'identità anche alle memorie akashiche della giornata. L'Akash è l'archivio degli eventi accaduti in un dato punto del tempo da quando esiste l'umanità. L'Akash del quarto giorno della Luna Galattica (10.02.2018) porta le informazioni del Viandante dei Cieli Rosso Lunare, Kin 93, Portale di Attivazione Galattica, collegato con le Guerre del Tempo e soprattutto con le memorie della distruzione della vita sul pianeta Marte. Ciò significa che stiamo elaborando ricordi antichi e pesanti.
Anche il Viandante dei Cieli è collegato con il Terzo Chakra, per cui il carico su questo punto corporeo è notevole.
Tuttavia esistono anche aiuti a cui poter ricorrere, oltre alla respirazione, al silenzio e all'osservazione: il Terzo Chakra è collegato al colore Giallo, il Quarto al Verde. In linguaggio Aura-Soma i due flussi di colore danno vita al Verde Oliva, la frequenza che stimola a liberare il Cuore dai pesi del passato. Esiste una Quintessenza chiamata Holy Grail, Sacro Graal, che aiuta a fare pace con l'amarezza, lasciando andare tutto ciò che di pesante abbiamo incamerato e trattenuto finora, per dare spazio ad un atteggiamento di apertura e propositività.




Il Sole congiunto a Venere nel giorno della Notte Blu Elettrica stimola l'attenzione sull'importanza di portare a guarigione ogni tipo di memoria cellulare antica legata ai conflitti, al senso di fine e di morte. La Notte Blu ed il Viandante dei Cieli Rosso sono i due Glifi simbolo dell'antica guerra tra Saturno e Marte (Cronache di Storia Cosmica, José Arguelles-Stephanie South, Vol. 1, Il Libro del Trono). Ora è tempo di pace, di lasciare andare il bisogno di avere un nemico.
Stiamo unendo volontà e cuore, paura e amore, rigidità e morbidezza, finito e infinito. E' un compito importante per cui prendiamoci cura di noi. Ne abbiamo tanto bisogno.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

venerdì 9 febbraio 2018

MERCURIO CONGIUNTO AL NODO LUNARE SUD NEL GIORNO DEL VENTO BIANCO LUNARE, KIN 2 - LA DIFFICOLTA' DEI NUOVI INIZI


Secondo giorno dell'Onda Incantata del Drago Rosso, Vento Lunare Bianco, Kin 2. La sfida dell'incarnazione, la difficoltà di nascere, di percepire la Presenza e di aderire all'Essenza. Il giorno 2 di un'Onda rappresenta sempre la dualità, la necessità di fare una scelta, di trovare una stabilità ed una soluzione. 
Il Vento Bianco è comunicazione, e sincronicamente appare quando Mercurio, pianeta collegato con la Parola, il dire, il comunicare, si trova congiunto al Nodo Lunare Sud in Aquario, le antiche memorie di grandi sogni sfumati. Quindi qual è la sfida oggi? Nonostante la frustrazione accumulata, non lasciarci scoraggiare dal perseguire un sogno che ci sta indicando un'altra strada per la sua realizzazione. Mercurio congiunto al Nodo Sud, la Coppa dell'acqua della memoria, ci riporta prepotentemente dentro il passato. Attenti se durante la giornata vi sembra di intravvedere qualcuno che pare tornare da lì. Sono i fantasmi di ciò che fu, i fumi di qualcosa che sta andando per sempre. Di nuovo, non illudiamoci più di riportare qualcosa indietro, di ricompattare ciò che si ruppe. Ciò che è andato, è andato. Ciò che si è rotto ha assunto una nuova forma. Il passato oggi ci inonda per chiedere una presa di posizione. Il bambino quando nasce rimpiange il caldo ed accogliente ventre. Eppure tutta la Vita lo attende nelle sue diverse fasi di crescita e di esplorazione dell'ignoto.
Tutta la Vita ci attende in questi prossimi giorni. L'Eclissi parziale di Sole in Aquario è quasi alle porte (15 febbraio, Stella Gialla Galattica, Kin 8, la Bellezza diventa l'ago della bussola), concludendo così questo potente Corridoio. Il Drago Rosso, la Grande Madre, ci nutrirà nei suoi 13 giorni di manifestazione, fino al 20 febbraio, nell'aiutarci ad assumere una nuova forma.
Per sapere cosa sia un'Onda Incantata, leggi QUI.
Nel frattempo, giorno per giorno, siamo portati per mano dentro un confronto profondo. Ma se il passato incombe per farci prendere consapevolezza delle implicazioni ancora presenti oggi, la Luna è combattiva, congiunta a Marte in Sagittario (05°/08°), ed esorta ad andare, ad essere orgogliosi della forza che stiamo dimostrando. 
Come sempre, ce la possiamo fare. Non cadiamo nell'illusione della disperazione. Anche se è difficile da intravvedere, c'è una soluzione oltre l'apparente buio. E poi comunque, tutto passa.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


martedì 6 febbraio 2018

LUNA E LILITH IN SESTILE NEL GIORNO DELLA TEMPESTA BLU CRISTALLO, KIN 259 - UNA PROFONDA RICONCILIAZIONE PER COMINCIARE A CAMBIARE


Lungo il Corridoio delle Eclissi accadono cose straordinarie, eventi esterni ed interiori di grande bellezza, anche se spesso è necessario distaccarsi dal quotidiano per percepirne l'intero senso. Oggi, per esempio, siamo più a meno a metà del percorso e ci troviamo nel giorno della Tempesta Blu Cristallo, Kin 259, penultimo giorno dello Tzolkin. Poiché questo Glifo rappresenta un momento di catarsi e di rinascita per cambiare il tessuto profondo dell'animo, ecco che non posso non fermarmi a condividere alcune riflessioni.
La Tempesta Blu Cristallo è la condivisione di un processo collettivo di purificazione del vecchio. Potremmo avere già sperimentato stati di alterazione emozionale, rabbiosità ed irritazione. Questa è la Tempesta che crea lo stato giusto per poi scatenare il temporale che finalmente lascerà il Cielo pulito e l'animo rasserenato.
Ho anche notato che la Luna oggi si trova in Scorpione, simbolo del Profondo, e che verso tarda serata va a creare un Sestile (60°) perfetto al grado con Lilith in Capricorno (10°). La Donna Sacra (Luna in Scorpione) si riconcilia con la Strega (Lilith in Capricorno) per guarire le antiche storie (il Sestile è l'attivazione di un dono interiore) di manipolazione, relazioni di comodo, sessualità deviata per ottenere potere.
Nel corso del Tempo la Donna Sacra ha scelto il potere anziché l'amore, diventando la Manipolatrice. Questo ha aperto un forte conflitto con il Maschile, che da allora teme grandemente questo tipo di Femminile irresistibile e subdolo. 
La donna stessa ha terrore del proprio potere, e rimane distaccata dalla sua natura più selvaggia e ingovernabile per timore di tornare ad essere succube della propria Ombra. 
Tuttavia, se si mettono insieme le frequenze Luna/Lilith in aspetto di guarigione con la vibrazione della Tempesta Blu, si ottiene una potente miscela di apertura. Quest'ultima rappresenta l'Archetipo Galattico di chi ha la forza di cambiare il mondo. Poiché sia la Luna che Lilith sono simbolo dell'inconscio, quale messaggio prorompente stiamo ricevendo oggi, se non l'opportunità di andare a guarire ogni senso di giudizio nei confronti di noi stesse (mi sto ora rivolgendo al sesso femminile). Ma anche per gli uomini questa frequenza rappresenta l'occasione per fare pace con un modello subito, un Archetipo materno agognato, ma una volta in presenza, estremamente soffocante, pilotante, subdolamente manipolatorio, a cui il Maschile reagisce a volte con rabbia e violenza. E' possibile una pace tra il Maschile ed il Femminile? Sì, se impariamo a lasciare spazio ad ogni senso di vergogna, di inadeguatezza, di senso di inferiorità, ripercorrendo con la mente episodi che ci hanno portato a sperimentare quegli stati interiori e, nonostante tutto, impariamo ad accettarli nel profondo, sono parti di noi, la nostra fragilità. 
Nel momento in cui non avremo più paura di essa, quando riusciremo a non vergognarci più di essa, il mondo comincerà a cambiare. Noi avremo imparato ad aprire il corpo e la mente a qualcosa di più grande, non sentiremo più il bisogno di indossare maschere e ci permetteremo la sincerità. 
Ogni giorno di questo Corridoio presenta eventi straordinari, dove nulla sembra accadere ma tutto succede. Cosa occorre fare per arrivare a sfruttare bene queste energie? Nulla, in realtà, se non avere pazienza con se stessi e le proprie idiosincrasie. Stiamo guarendo fin nell'abisso interiore. Sono tempi molto particolari. E' un nuovo inizio.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

domenica 4 febbraio 2018

IL CORRIDOIO DELLE ECLISSI SECONDO L'ASTROLOGIA INTUITIVA - L'INVITO ALLA MULTIDIMENSIONALITA' ED ALL'INTEGRITA'


Facendo seguito al POST di Astrologia Maya Galattica, vorrei ora prendere in esame gli aspetti di Astrologia Solare che contraddistinguono questo periodo di 16 giorni, dal 31 gennaio al 15 febbraio 2018, così da mettere in chiaro quali siano le opportunità che si aprono per ciascuno di noi.
La prima luce che si accende sul panorama è quella della congiunzione Saturno (06°)-Lilith (10°) in Capricorno, a cui si accompagna, anche se ancora lontana, la presenza di Plutone (20°). Questo è un aspetto comune ad entrambe le Eclissi visto che riguarda pianeti lenti che non si spostano molto nel raggio di 15 giorni. Saturno, Luna Nera e Plutone riguardano la capacità dell'umano di vincere se stesso, facendo pace con la propria parte ombra. Il Sole che oscura la Luna e viceversa simboleggiano bene l'apparire di ciò che normalmente rimane nascosto. Quindi la domanda è: quanto riusciamo a sostenere la vista che di ciò che non abbiamo mai voluto vedere sinora? 
E' il momento in cui guardarsi dall'esterno, oltre tutte le strategie mentali, oltre i fiumi emozionali che continuano a sommergerci. Chiunque abbia del lavoro interiore alle spalle ha ora il dovere verso se stesso di utilizzare gli strumenti acquisiti per portarsi al Centro del Sé, guardandosi vivere l'esperienza di incontrare gli aspetti di grande sfida che la Vita presenta adesso. Chiunque sia incarnato in questo momento sulla Terra ha scelto di vivere questo passaggio molto intenso per portarsi dentro la Maestria di sé, nell'incontro nel mondo esterno con tutto quello che rappresenta le trappole più potenti dei vecchi schemi. 
Questo Corridoio è dunque un laboratorio esperienziale di grande crescita. L'Eclissi di Luna ha portato un nuovo paradigma, l'Eclissi di Sole sollecita la trascrizione di nuovi codici nel nostro programma base. 
Lo Stellium in Capricorno (Saturno, Luna Nera, Plutone) non è semplice da vivere. Siamo dentro tematiche emozionali legate al senso di mancanza materiale, di indegnità e demerito, di mancanza di nutrimento e supporto. Se ci si trova a vivere queste scie, si tratta di una finestra temporale per andare oltre la separazione per avvicinarsi alla Forza interiore che guarisce ogni tipo di spaccatura interiore, ferita causata da traumi e strappi improvvisi da Casa, dal Paradiso perduto. Saturno ci offre un potente specchio per superare il senso di limite, e ci permette di risorgere spontaneamente dai colpi che la Vita infligge ai vecchi aspetti. Se stiamo vivendo una destrutturazione, è in realtà una riscrittura del software del DNA. 
Passare attraverso questo scenario richiede tanto, tanto respiro. Per questo invito tutti ad utilizzare strumenti acquisiti negli ultimi anni. Ora è il momento di diventare i maestri che abbiamo sempre seguito, letto, studiato. Saturno in Capricorno è il Maestro interiore. Noi possiamo diventare maestri di noi stessi, diventando autonomi e critici, oltre ogni tipo di dipendenza affettiva.
Tracciando la mappa dell'Eclissi di Sole alle 20,52 UTC, l'Ascendente cade a 06° Bilancia, mettendo l'attenzione sulla necessità di costruire nuove relazioni in equilibrio ed autonomia. Lo Stellium Capricorno cade così al Fondo Cielo (cuspide 3°/4° Casa), potente punto angolare che ripulisce le antiche memorie e prepara il viaggio verso la serena acquisizione di un posto in questa Vita, stimolando il processo di radicamento e di attivazione del senso di presenza, oltre la paura.




Saturno e la Luna Nera al Fondo Cielo diventano l'apice di un triangolo rovesciato, cioè una Coppa che va a contenere una nuova Acqua che nutre e supporta. Un altro Stellium in un Segno d'Acqua versa dentro la Coppa un elisir: Venere a 06° e Nettuno a 13° Pesci creano un buon Sestile (attivazione di un talento interiore) con il Maestro e la Sacerdotessa (rispettivamente a 06° e 10° Capricorno); Chirone a 26° Pesci fa la stessa cosa con Plutone a 20° Capricorno. Venere è la portatrice della frequenza della Luce, Nettuno è la Grande Madre Cosmica e Chirone il Guaritore Karmico. Tutti cadono nella 6° Casa, dedicata al Servizio e al Prendersi Cura, che porta guarigione delle memorie di separazione (ad enfatizzare il lavoro di purificazione dell'Eclissi Lunare). 
Ogni tipo di sofferenza che stiamo attraversando ora accade perché stiamo ripulendo le stanze interiori rimaste chiuse da secoli. Grazie alla consapevolezza di essere multidimensionali, possiamo accettare di fare spazio ad aspetti lungamente negati, la cui dimenticanza ha generato un forte senso di separazione. Tutto quello che stavamo cercando dimostra di essere sempre stato lì sotto i nostri occhi. Era solo necessario liberarsi dalla paura di soffrire, dalla paura di non essere amati, dall'illusione che non troveremo mai il nostro posto di appartenenza.
Dunque buon viaggio dentro il Corridoio. Ci rivediamo presto dall'altra parte!
In lak'ech! (Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

IL CORRIDOIO TRA LE ECLISSI DI LUNA E DI SOLE ALLA CHIUSURA DEL CICLO GALATTICO DELLO TZOLKIN


Ci troviamo a navigare negli ultimi giorni dell'Onda Incantata della Stella Gialla, lo spazio di Tempo Sacro che chiude l'attuale Ciclo galattico dello Tzolkin. Riporto qui il LINK al post che descrive bene questo passaggio. 
Oggi, 04 febbraio 2018, respiriamo dentro il flusso di informazioni portato dalla Terra Rossa Planetaria, Kin 257, giorno 10 dell'Onda, quando si viene a manifestare la Forma di un nuovo stato di coscienza, rappresentante il momento in cui ci siamo aperti a comprensioni che ci portano oltre i limiti di un sé rassicurante ma ben settato su ciò che già conosciamo. Ogni volta che ci troviamo in questo punto del tempo (ogni 260 giorni) sperimentiamo un piccolo salto quantico all'interno del nostro processo di allineamento con il Centro della Galassia, quindi con la nostra stessa Essenza. Questo perché siamo fatti ad immagine del Macrocosmo e lo conteniamo in ogni cellula.
Nel sesto giorno di questa ultima Onda dello Tzolkin si è verificata la potente Eclissi totale di Luna -vedi link sopra - che ci ha lanciato un impulso a liberare le cellule da memorie e paradigmi vecchi. Ora andiamo a chiudere ulteriormente un periodo della nostra vita. Mercoledì 07 sarà l'ultimo giorno, Sole Giallo Cosmico, Kin 260, Portale di Attivazione Galattica, durante il quale potremo attraversare il passaggio che ci porta in un altro Oltre. 
Il nuovo ciclo detto Spin Galattico si apre l'08 febbraio con il Drago Rosso Magnetico, Kin 1, la Rinascita dentro un nuovo Sé. Inizia la prima Onda Incantata che ci guida dentro l'incontro con tutto quello che sta germogliando in questa precoce primavera 2018. Durante l'ottavo giorno di questo spazio-tempo di 13 giorni, Stella Gialla Galattica, Kin 8, 15 febbraio 2018, avviene un'eclissi parziale di Sole a 27° dell'Aquario.
L'Eclissi totale di Luna del 31 gennaio era avvenuta durante il giorno del Viandante dei Cieli Rosso Ritmico, Kin 253, mentre questa avviene durante la Stella Gialla Galattica, Kin 8. Ciò che accumuna questi due Glifi è l'appartenenza alla stessa Famiglia Terrestre, la Famiglia Segnale, che si prende cura di captare, come dice il nome stesso, tutte le risonanze che portano ad un cambio di coscienza, per poi ritrasmetterle al mentale collettivo. Si tratta della Famiglia posizionata lungo il Terzo Chakra della Terra, venuta a ripulire quindi tutti i giochi di potere e di paura, per riportare lo stato di coscienza umana ad un livello di autorevolezza, lontana da ogni forma di autoritarismo. 

HOLON PLANETARIO
I 20 GLIFI SOLARI QUALI CUSTODI DEL PIANETA
Scoprendo la nostra Identità Galattica su mytzolkin.com possiamo comprendere 
quale sia il punto della Terra con cui siamo telepaticamente collegati

Lo schema mostra i 20 Glifi Solari posizionati lungo i corrispettivi punti di connessione con la Terra. Ogni Glifo è custode di un luogo specifico. La Famiglia Segnale è la seconda dal basso ed è composta a partire dall'estrema destra verso sinistra, dalla Notte Blu, Specchio Bianco, Viandante dei Cieli Rosso e Stella Gialla. Questi ultimi due sono custodi rispettivamente dell'Atlantico meridionale e del Pacifico meridionale, dove si ipotizza si trovassero i due antichi continenti di Atlantide e Lemuria, i continenti perduti. Così come il Viandante dei Cieli Rosso è collegato con l'orbita di Marte, la Stella Gialla lo è con l'orbita di Venere. Marte fa parte dei pianeti perduti del nostro sistema solare e Venere è il pianeta dove tante anime sofferenti sostano per guarire dalle profonde ferite. L'attuale Corridoio dunque ci accompagna all'interno di questo tipo di percorso, nel lasciar andare volontariamente e definitivamente tutto ciò che ci è costato sofferenza ed oblio, negazione di sé, auto-sabotaggio. Sono giorni molto forti, estremamente intensi, che richiedono il coraggio di guardarsi dentro per non nascondersi più dietro la maschera della vittima, nella piena responsabilità di tutto ciò che è. E' un passaggio delicato, da trascorrere in un atteggiamento di grande silenzio interiore. E' necessario raccogliere tutta la forza per andare oltre le illusioni dei sé che abbiamo indossato finora quali maschere e guardare il vero volto che emerge dall'elaborazione delle informazioni che ci arrivano man mano, con il trascorrere dei giorni. Se il corpo soffre, direi che sia normale; se ci si sente stanchi, anche questo sicuramente è normale. Il sistema nervoso viene tanto sollecitato, portando anche ad una forte attività onirica, che aiuta tanto a liberare l'intero sistema umano individuale. Forte è anche la richiesta del corpo per un tipo di alimentazione leggero, così da purificare gli organi interni. 
In un post successivo esaminerò questo passaggio dal punto di vista dell'Astrologia Solare.
Intanto un buon auto-ascolto a tutti!
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila